Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

lunedì, agosto 11, 2014

Dopo la vacanza trova l’appartamento occupato

E’ arrivata anche a Bologna la “moda” di occupare appartamenti di affittuari del comune, assenti per le ferie.
Un uomo di settantatre anni, locatario di un appartamento Acer comunale sin dal 1951 (locazione prima a nome dei genitori poi, alla loro morte, prosecuzione a suo nome) dopo un’assenza di due settimana non ha più potuto aprire la porta di casa, essendo stata cambiata la serratura.
Dentro si era installata una donna africana con tre bambini.
Dalla denuncia riportata nelle pagine di cronaca del Carlino, pare che tutti i mobili, i quadri, gli oggetti personali, le fotografie, i documenti del legittimo affittuario siano stati buttati via.
Sessantatre anni di ricordi spazzati via da un’abusiva.
Uno pensa: pazienza per gli oggetti, ma poi sarà rientrato in possesso dell’appartamento.
Invece no.
Sabato, nella trasmissione radiofonica “Prima di tutto”, un legale ha parlato di sei mesi – un anno per avere una prima sentenza favorevole.
Ma come ?
E intanto il poveraccio dove dovrebbe vivere ?
Sotto i portici mentre la donna straniera occupa abusivamente casa sua ?
Sì, perché il comune dovrebbe pur avere l’elenco dei propri inquilini e, una volta accertato il legittimo diritto del settantatreenne bolognese a vivere in quell’appartamento, straniera o meno, bambini o meno, gli occupanti dovrebbero essere mandati via, con le buone o con le cattive.
E non credo che, nell’era dei computer, occorra più di un’ora per accertare la titolarità del legittimo affittuario.
Mentre l’operazione di sgombero degli abusivi dovrebbe essere compito dello stato o, almeno, della Polizia Municipale.
Un paio d’ore in tutto ?
Così imparo dalla citata trasmissione radiofonica che a Milano ci sono persone che non vanno in vacanza per paura di trovarsi con l’appartamento occupato da abusivi.
Ma è per questo che paghiamo le tasse ?
Io penso proprio di no e non credo che ci sarebbe alcunché da biasimare se chi si trovasse con il proprio appartamento abusivamente occupato, in assenza di azione da parte dello stato, agisse per conto proprio per ripristinare e far valere il proprio diritto
Senza poi trattare, in questa sede, la questione delle assegnazioni, che dovrebbero essere tali da privilegiare, sempre e comunque, gli Italiani e solo quando TUTTI gli Italiani sono sistemati, gli stranieri.
O le occupazioni anche di immobili non occupati da parte di immigrati, senza casa o centri sociali.
Uno stato che si rispetti, non lascerebbe passare un'ora prima di mandare la Polizia a liberare l'immobile occupato e rimetterlo nella disponibilità del legittimo proprietario che ha il diritto di farne ciò che vuole.
E se un comune vuole usare una proprietà privata, provveda ad espropriarla corrispondendo la giusta remunerazione.





Entra ne