Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

mercoledì, dicembre 18, 2013

Collettivo femminista occupa la Basilica di San Petronio

No, non siamo nel 1968.
Eppure ecco un altro gesto sconsiderato, frutto della solita mentalità deviata comunista e 68ina che lede la Santità dei luoghi, e che richiederebbe una S. Messa di Riparazione. 

Il Collettivo femminista XXX irrompe in San Petronio per contestare l'obiezione di coscienza alla legge 194 con l'esposizione di uno striscione: "Voi occupate i consultori, noi invadiamo le chiese"

Come sono democratiche a non permettere l'obiezione di coscienza! a non accettare che qualcuno la pensi e voglia agire diversamente da loro. Processo contro Dio stesso!

ma per favore....



la notizia qui

Bologna, 16 dicembre 2013 - Il collettivo femminista XXX ha fatto, nel pomeriggio, una protesta contro l’obiezione di coscienza sull’aborto nella basilica di San Petronio. Hanno esposto, per alcuni minuti, uno striscione con scritto: ‘Voi occupate i consultori, noi invadiamo le chiese’.

“Vogliono dividerci - si legge nel comunicato che hanno diffuso - in donne di serie A, che hanno un reddito elevato e possono permettersi le cliniche private, e donne di serie B, precari e migranti che non potranno mai permettersele e ricorrono percio’ all’aborto clandestino. Non possiamo accettare questo medioevo politico e morale, questa sporca commistione tra potere pubblico e religioso che ci riporta ai tempi delle morti per aborto clandestino. Non torneremo mai indietro. Vogliamo che l’obiezione di coscienza alla legge 194 sia vietata in tutti i consultori e le strutture pubbliche, perche’ essa rappresenta una discriminazione di sesso, classe e razza, nonche’ una violazione dei nostri diritti alla salute e all’autodeterminazione’’.

L'obiezione di coscienza alla legge 194, visto che implica un OMICIDIO, deve rimanere possibile. 
Deve continuare ad esistere cioè personale medico che possa non essere obbligato a procurare un aborto, se la sua coscienza legittimamente glielo vieta.
Imporre la rimozione dell'obiezione di coscienza è costringere il personale medico all'omicidio, o cacciare il personale cattolico.

Non c'è che dire, che signore democratiche, ah sì!
Loro no che non violano l'autodeterminazione degli altri!


Inquietante poi il messaggio delle "rivoluzionarie":
"Voi occupate i consultori,
noi invadiamo le Chiese"
come sempre zeppo di falsità: 
nessun sacerdote "occupa" i consultori,
sono le rivoluzionarie che non rispettano la libertà di coscienza dei cattolici nella società "civile" e violano anche un luogo sacro.

Perversa anche la "logica" dimostrata nella parificazione
tra consultorio e Chiesa, tra luogo di "libertà assoluta d'aborto" quindi di morte,
e Chiesa-Tempio della Vita Eterna e Uomo-Donna-Chiesa come Tempio di Dio.



Perchè non vanno ad occupare le moschee, in cui le donne non potrebbero nemmeno entrare, 



Entra ne

7 commenti:

Nessie ha detto...

"Perchè non vanno ad occupare le moschee, in cui le donne non potrebbero nemmeno entrare,

e che adultere e abortiste le lapiderebbero?
(cfr post sottostante)"

Perché laggiù non c'è trippa per gatti. E il loro ottuso terzomondismo le porta a credere che le religioni altrui siano migliori delle proprie. Ma queste deficienti okkupanti saranno state vecchie, almeno, o hanno pescato accolite nelle nuove generazioni?

Mi sembra strano. Tra le nuove generazioni non vedo un gran desiderio di "femminismo".

Josh ha detto...

Certo è così.

L'ottuso terzomondismo ignorante che proviene loro dall'ideologia le rende unicamente cattofobiche.

Oltre che i partitelli sinistrati han sempre blaterato contro la Chiesa,
ma mai contro l'islam,
quello va loro sempre bene anche quando le piglia a sassate.

Josh ha detto...

Non conosco l'età delle "collettive" della revoluciòn.

E' probabile che fossero vecchie..le solite 68enni 68ine dici?
:-))

C'è rischio però che abbiano attecchito anche nelle nuove generazioni, fior fior di sinistrate ci sono quando c'è l'humus creato ad hoc, come in questa città.

Chiedono più diritto di aborto e avanzano anhe la questione "razziale".
Sarebbe rassssista non abortire abbastanza.
Trombare meno o con più attenzione no eh?

Tra le nuove generazioni ci sono poi anche quelle del "femminicidio", come che fosse un reato di categoria diversa dall'omicidio.

Starsandbars/Vandeaitaliana ha detto...

Purtroppo anche chi dovrebbe alzare la voce a difesa delle Chiese è occupato a piacere a tutti...

Josh ha detto...

Quanto hai ragione Stars and Bars!

Nessie ha detto...

Qui a Buenos Aires queste oscene vacche attaccano cattolici in preghiera nella cattedrale:

http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&view=article&id=273418:manipolo-osceno-di-femministe-pro-aborto-attacca-uomini-in-preghiera-che-difendono-una-cattedrale&catid=83:free&Itemid=100021

A quando da noi?

Josh ha detto...

A Buenos Aires concelebrano anche direttamente con il B'nai B'rith
all'altare sedicenti Messe "cattoliche".

In USA davanti a centri dove si pratica l'aborto hanno esposto la foto di papa Francis alla porta, dicendo che lui ha detto che NON li condanna in nessun caso.

Non mi stupisco più di nulla.
Dove sia andata la Dottrina, i Novissimi, il Magistero perenne è invece tutta un'altra questione.

Dev'essere una versione estesa, (extended version e remix pure) della Nostra Aetate e del vat. II....

Si dice anche che il tutto sia dovuto alle nuove riletture del nuovo papa, che predilige il 'magistero liquido': amicizia con tutti senza ribadire i punti di differenza, non menzione dei canoni morali cattolici tanto si sanno già, nessun divieto, nessun principio esigente di vita santificata nemmeno per i credenti e praticanti.

Un conto è il perdono per chi sbaglia e si pente a un certo punto della vita,
un conto è la liceità e il permissivismo a fare tutto senza mai santificazione.

ma a forza di sentire la nuova musica, tutti si sentono legittimati a portare la propria personale revoluciòn sacra anche in chiesa senza nemmeno essere credenti o aver mai aperto il Vangelo.

per tacere delle epurazioni (vedi Francescani dell'Immacolata o card. Burke) degnissime persone accusate della gravissima colpa di "Tradizione" (come fosse un reato) o di criptolefebvrismo (che sono stati riabilitati e reintrodotti ufficialmente nel 2007)