Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

martedì, dicembre 10, 2013

Agitazione dei Forconi a Bologna


 Bologna, 9 dicembre 2013 - La protesta dei militanti del movimento dei Forconi (foto) è arrivata stamattina anche a Bologna. Il popolo dei Forconi e anti-Equitalia ha dato vita a un presidio di un'ora dalle 9 in piazza Liber Paradisus. Successivamente il gruppo è partito in corteo verso la sede del Comune bloccando i viali e creando disagi al traffico.
I manifestanti infatti, dopo aver sostato davanti alla sede di Equitalia di via Tiarini tra cori e striscioni (‘Non suicidatevi, ribellatevi’), si sono diretti verso la sede della Regione Emilia-Romagna, con l’obiettivo di provare a bloccare la tangenziale. Ma sono stati fermati in via Ferrarese da un cordone delle forze dell’Ordine.
Il corteo è poi arrivato in centro. Il serpentone ha bloccato i viali per alcuni minuti, tra via dell’Indipendenza e il ponte di Galliera, creando problemi al traffico.

I cinquanta manifestanti anti-Equitalia hanno poi proseguito verso piazza Maggiore, con l’obiettivo di entrare a Palazzo d’Accursio per provare ad interrompere nel primo pomeriggio il consiglio comunale.

"Non c’è violenza - ha detto Elisabetta Bianchi, una delle organizzatrici -. Vogliamo che i dirigenti di Equitalia vengano fuori, siamo cittadini stanchi".

Successivamente i forconi bolognesi hanno dato vita a un presidio in Piazza Maggiore che durerà fino a questa sera alle 22.  Domani, nella stessa piazza - come spiegato da alcuni manifestanti -, si rincontreranno alle 10:30 per marciare e bloccare ancora una volta il traffico cittadino. Una manifestazione poco organizzata e con numerosi contrasti interni, che non hanno comunque impedito ai manifestanti di creare problemi alla circolazione. Un serpentone composto da cittadini senza appartenenza politica: studenti, lavoratori, disoccupati. Tra i manifestanti c’erano anche alcuni volti noti della destra estrema bolognese.

 http://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/cronaca/2013/12/09/994243-protesta-forconi-disagi-traffico.shtml#1


La protesta a partire da ieri alle 22 ha messo in movimento l'Italia; tv, radio, giornali e web l'hanno volutamente trascurata per inneggiare al Renzi di turno, manifestando il massimo dello scollamento dallo stato reale delle cose e dai problemi veri dei cittadini.

Tanto è stato il martellamento per la distrAzione di massa con quello sciocchezzaio delle Primarie, che se si capitava per strada a Bologna l'8 Dicembre (per me, come evidente, sempre il Giorno dell'Immacolata, e non di altro) 
la gente per strada chiedeva :- "ah Buonasera, va a votare?"
io:- "EH? Ma che... ci sono le "elezioni" ?
Vado a rendere omaggio a Nostra Signora! (cfr post precedente sull'Immacolata) 
Basta anche con queste litanie obbligate del PD, come fosse l'unico partito "nazionale" (...) o un Dogma.

La gente si organizza da sola, senza i sindacati, ed era ora;
del resto, pochi giorni fa la Camusso voleva più IMU, più Tasse e più Patrimoniale: non fa evidentemente gli interessi dei cittadini...forse per quello andava a cena col Monti, quello della "luce in fondo al tunnel".
L'Ue, il governo Letta & co straparlano di nazionalismi e populismi, (Monti al "populismo" dedicò intere sonnolente monografie, come quella sulla Grecia "successo dell'euro"),
populismi, in realtà giusta reazione popolare, che a loro dire distruggerebbero l'Europa.

E' questa naturale reazione dei cittadini (composti ed educati) il ..........."populismo"
o la DISTRUZIONE è proprio quella portata dalle elites europeiste
e dal fallimento del progetto folle di banchieri apolidi?
la gente li ha sgamati e non ne può più!

"Via dall’euro, politici e banchieri a casa!" tra gli slogan, ma tra gli striscioni anche 
"grazie del Natale povero, così date da mangiare ai nostri strozzini"

Idee piuttosto chiare, subìte sulla propria pelle giorno per giorno da anni e anni,
altro che leaders fantoccio farneticanti, che la menano estasiati con "L'Euroopa" e i successi dell'euro.

La guerra mediatica (del resto i giornali sono per lo più di banchieri, quelli che hanno creato l'Europa-Mercato) è prevedibile...non vogliono proteste contro il loro progetto di distruzione dei popoli,
e allora i forconi vengono facilmente presentati dai media con i soliti appellativi di "terroristi" e "fascisti", o si insinua che lì nel mezzo poi...chissà,  e via così.....

Lo stesso Resto del Carlino poco sopra, nell'art. riportato, non si esime dal notare anche "visi noti dell'estrema destra"...quella catiiiiiiva, per ingenerare un'aria losca in una manifestazione di cittadini stanchi e vessati che chiedono di sopravvivere senza essere strangolati,
mentre le elites blaterano di divieti d'opinione e sempre più fantascientifici "diritti" che sono licenziosità o capricci quando mancano in realtà i diritti basilari: 
lavoro costante, pensione decente, casa da non farci espropriare dalle tasse, sanità accessibile, ma soprattutto il diritto ad avere una vita a cui il termine dignità non sia estraneo.

Ma degli interessi dei cittadini qualunque, spolpati, espropriati, ricattati tanto dalla Troika quanto dai suoi servi,
qualcuno se ne frega qualcosa, o no?

Josh

Entra ne

6 commenti:

Nessie ha detto...

Lo slogan NON SUICIDATEVI, RIBELLATEVI, lascia ben sperare e anche i resoconti degli amici che già hanno partecipato ai vari presidi. Avanti così!

Josh ha detto...

eccone altri:

"dare alla banche la possibilità di creare la moneta è come darsi in schiavitù e pagarsela pure!"

e ancora:

"riprendiamoci la proprietà dei nostri soldi!"

e vari argomenti, non meri slogan, sulla sacrosanta sovranità monetaria perduta.

Nessie è un primo passo.

C'è tanta brava gente, non è lì col sindacato nè con la stampa nè con bandiere politiche.

Si vede che vengono da storie diverse, ma sono PERSONE, prima di tutto, come dovrebbe essere.

Josh ha detto...

2 cose ancora:
importante l'amicizia e la comprensione delle forze dell'ordine.
Siamo nella stessa barca.

Questa cosa mai l'ho vista in tutta la mia esistenza.

Aggiungo che i camion, i TIR, nelle tangenziali e autostrade fanno il resto.

A volte è loro impedito di bloccare, naturale,
ma si fanno vedere. E' forse l'altra parte della dimostrazione più impressionante, oltre il caso cittadino delle piazze.

Josh ha detto...

p.s.
ti ho risposto nel Giardino.

Massimo ha detto...

Ieri alle 14 erano in Piazza del Nettuno. Tranquilli, pacifici, informativi. Non tutto quello che dicono mi convince, talvolta ci sono i soliti luoghi comuni, ma è qualcosa di innovativo. Male, invece, quando distruggono come dei comunisti qualunque. Male quando interrompono il traffico bloccando onesti cittadini che devono spostarsi per lavoro. Ma ancora peggio il signor Filippo Bubbico che mentre scrivo parla a "Prima di tutto" che, silente quando manifestano i no tav e compagni, oggi cavalca l'ordine sposando le fesserie di Alfano, al solito forte con i deboli e debole con i forti.

Josh ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=Z0uC8BO8cno&feature=youtu.be