Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

giovedì, luglio 18, 2013

Regalo di Piena Estate: Ri-Aumenta il biglietto del Bus

Dal primo agosto il biglietto del bus passa a 1 euro e 30, e il citypass va a 12 euro. 
Adesso sì che è davvero Estate a Bologna.....



Entra ne

6 commenti:

Nessie ha detto...

Scusa Josh, ma pensi che questo avvenga solo a "Bologna"? In tutta Italia e in tutte le città italiane il biglietto dei bus rincara e pure i biglietti per il metrò. L'altro giorno qui in Liguria dalle mie parti una famiglia composta di marito, moglie, due bambini che superavano il metro, hanno pagato la bellezza di 10 euro per poter andare al mare. E in quei 10 euro c'erano solo i biglietti. Guai ad aver bisogno di un gelato, di una bibita, di un pezzo di focaccia o uno sdraio o un ombrellone. Ormai un salasso quotidiano.

Josh ha detto...

Non penso certo avvenga solo a Bologna,
ma visto che qui per es. si è aumentata anche l'IMu mentre si programmava a Roma di toglierla,
la tarsu, in attesa della nuova tares collegata all'imu,
devo registrare un altro aumento anche dei biglietti, dopo che erano aumentati già poco tempo fa.

Aumenta tutto dappertutto, ma alcuni aumenti hanno dell'assurdo e qui non stiamo messi bene.

Massimo ha detto...

Se il servizio fosse efficiente e se quello fosse il costo effettivo, sarebbe giusto. Probabilmente, invece, il biglietto è ancora meno del suo costo reale, ma il servizio non è certo adeguato. Tanto per dire, l'autobus che ogni tanto prendo io ha corse distanziate sulla carta di 11 minuti. Eppure riesco a vedere, a seconda dell'autista, che l'autobus successivo raggiunge e supera quello precedente. Ad una signora che protestava, uno degli autisti che io chiamo "rimba" rinfacciava, a metà percorso, che era in ritardo di "solo" 5 minuti. Capirai, cinque minuti su undici di differenziazione a metà percorso ! Poi ci sono I Niki Lauda del percorso cittadino, il cui uso dei freni e dell'acceleratore è costante. Questi dovrebbero essere pagati in base al consumo del serbatoio ... E tutti dovrebbero anche controllare chi sale. Possibile che io sia sempre l'unico a dover timbrare il biglietto ? Forse sono l'unico bolognese senza abbonamento ?

Josh ha detto...

E poi Massimo...non vorrei dire, ma finchè prendi il 16,
o al più il 13 e l'11 il fenomeno assenza biglietto c'è,
ma si nota meno...perchè in parte corrispondono ai quartieri buoni della città.

Prova a prendere il 20, lì il biglietto non lo fa nessuno proprio.
Sarà che hanno tutti l'abbonamento
:-)

Josh ha detto...

@Nessie:

il Fatto quotidiano riporta che i biglietti anche per studenti, per es. sono i più cari d'Italia,
qui:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/07/18/autobus-bologna-biglietti-e-abbonamenti-under-27-piu-cari-ditalia/660393/

peggio di Milano, Firenze o Roma, Napoli...

Si vede che i record di Bologna sono questi qui (tralasciando gli orrori dei post precedenti)...allegriaaa

Nessie ha detto...

Josh, la massa degli studenti è sempre stata una vera manna per le amministrazioni bolognesi, dato che BO è città universitaria. E lo studente (sfruttato) deve fruttare. Ma stai un po' a Milano e giraci per un mesetto eppoi vedrai il costo della vita, dei mercati e delle case e dei mezzi di trasporto. Hai sentito l'ultima di Dolce e Gabbana ad opera di Pisapia? Oltre venire angariati da Equitalia, passano pure per evasori fiscali da emarginare. E' evidente che vogliono spedire via anche la loro griffe. Poi vieni un po' a vedere qui in una Riviera ligure sempre più degradata, quanto costa la giornata balneare per una famigliola. E non parlo di turisti, parlo dei locali. Non mettiamoci, per cortesia, a fare le graduatorie vittimistiche delle città più sfigate, sennò non ce la caviamo più. Cerchiamo, piuttosto, in qualche modo di trovare il mezzo per farci sentire. Personalmente farò fotografie di pattume e spazzatura accumulata per le scalinate e la invierò in comune insieme alla fotocopia delle rate pagate. Sarebbe onesto aumentare per farci trovare ancor più nella m.... di quanto già eravamo?