Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

lunedì, giugno 03, 2013

A San Lazzaro, il 2 Giugno ha un'altra valenza

Eh sì, il 2 Giugno a San Lazzaro di Savena, Comune alle porte di Bologna, più che Festa della Repubblica, si è trasformato in un evento politico con un'interpretazione soggettiva e ossimorica della Legge.


Ieri infatti si è svolta un'iniziativa curiosa. Nonostante la nostra Costituzione al momento sia legata ancora allo ius sanguinis, il Comune ha celebrato il 
Conferimento della Cittadinanza Onoraria alle ragazze e ai ragazzi minorenni nati in Italia da genitori di origine straniera.

Per legge, finora, i figli minorenni di stranieri sarebbero potuti diventare cittadini italiani a 18 anni, ma il Comune, ed entusiasta il Sindaco Macciantelli (PD), hanno preferito velocizzare le tappe del dono della cittadinanza ai figli minorenni di stranieri, tramite la Cittadinanza Onoraria.
La questione va inquadrata nelle dinamiche ideologiche mondialiste di cui sono caldeggiatrici anche Kyenge-Boldrini. 

Ovviamente il tutto è avvenuto magnificando la Costituzione, che però NON prevede la cittadinanza ai figli di stranieri prima dei 18 anni,
e così l'atto si è trasformato in "Cittadinanza Onoraria", ricevuta solo per il fatto di essere di origine straniera. 

Solitamente la Cittadinanza Onoraria si concede a figure pubbliche (anche no), ma che comunque si siano segnalate per grandi gesti per la comunità, per eroismo e virtù personali.
In questo caso, l'importante carica onorifica è stata donata come riconoscimento valoriale solo per via d'esser figli minorenni di cittadini di origine straniera.
Omaggio o Prevaricazione?

La domanda è del tutto lecita: per noi italiani,  se vogliamo ottenere l'onorificenza della Cittadinanza Onoraria, dobbiamo spenderci tutta la vita per una causa senza risparmiarci, acquisire meriti sul lavoro e nel servizio agli altri, ed esserne ritenuti degni al di là di ogni dubbio, è richiesta cioè una sorta di santità civile assoluta (e, lo stesso, potremmo non ricevere affatto l'onorificenza, come di norma accade); 
in questo caso, invece, per ottenere la benemerenza della Cittadinanza Onoraria, è sufficiente essere figli di minor età di persone straniere. 

Il PD, si sa, è esperto in Inversioni logiche e semantiche, in ogni campo.

 Josh


Entra ne

4 commenti:

Nessie ha detto...

Pazzesca questa trovata! Praticamente una laurea honoris causa, alle risorse.

Bologna che cosa sei diventata! Il laboratorio d'avanguardia multikulti.

Josh ha detto...

è peggio di una laurea honoris causa data senza meriti.

in questo gesto,
il "merito" della cittadinanza onoraria è quello di esser figli di stranieri, cioè il merito sarebbe avere sangue straniero.

Al che deduco che avere sangue italiano sia un demerito, per i nostri illuminatissimi governanti.

Josh ha detto...

E' quest'ultimo concetto che ho spiegato che è in realtà gravemente antiCostituzionale.

Massimo ha detto...

San Lazzaro è lo stesso comune che vieta di fumare al parco, all'aria aperta. La colpa dei cittadini è votare simili amministratori solo perchè si presentano sotto le insegne del "partito".