Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

giovedì, maggio 03, 2012

Raccolta differenziata = imposta aumentata


Ieri ho ricevuto il bollettino annuale della Tarsu, tassa dei rifiuti, meglio conosciuta a Bologna come tassa del rusco.
Da tre anni a casa mia viene effettuata la raccolta differenziata.
Improvvisamente la solita giunta di sinistra con velleità ecoambientaliste, decise che la zona in cui abito divenisse sperimentale per la raccolta differenziata a dei rifiuti.
Ci fornirono alcuni sacchetti di diverso colore e una lista con l’indicazione di cosa veniva raccolto dal lunedì al sabato.
Avrebbero la pretesa che nei giorni di non raccolta ci si tenesse il rusco (spazzatura) in casa, magari in terrazza (con quale effetto d’estate, si può immaginare).
Sono solo due i giorni di ritiro dei rifiuti organici (e dovrei tenerli in casa cinque giorni su sette ?!?!?).
Uno solo per la “indifferenziata”, carta e plastica.
Alcuni residenti (li conosco, in fondo abito dove abito dall’età di tre anni e so che sono tutti di sinistra !) erano entusiasti e propagandavano la decisione come un’ottima occasione per arrivare ad un risparmio anche sulle bollette.
A me il responsabile di tutta l'operazione dell’Hera (con il quale entrai in polemica epistolare e poi de visu in occasione dell'allocazione dei bidoni) disse esattamente il contrario e cioè che la differenziata costa di più.
I miei vicini (anche loro mi conoscono per uomo di Destra e quindi ostile alla giunta cattocomunista …) non mi credettero, ma adesso stanno zitti.
Negli ultimi tre anni la tassa del rusco invece di diminuire è aumentata e non di poco: oltre il 13%.
Nel solo ultimo anno l’aumento è stato del 4,26 %.
Dobbiamo metterci in testa che le paturnie ecoambientaliste costano più di quel che rendono (veggasi il terrorismo sul nucleare che ci rende servi dell’energia costosissima da importare) e il più delle volte sono anche finalizzate a realizzare guadagni economici da parte di chi ne propaganda la bontà.





Entra ne

Nessun commento: