Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

domenica, aprile 22, 2012

Nomi e radici culturali

La giunta cattocomunista di Bologna continua nella sua azione devastatrice e adesso ha preso di mira la intitolazione delle scuole.
Leggo che la scuola media Dante Alighieri, con la scusa che, formalmente, non avesse alcun nome, verrà intitolata dalla giunta comunale a Fabrizio De Andrè.
Io non sono un esperto di musica e, con tutto il rispetto per De Andrè, al momento, di lui ricordo solo la deliziosa biondina che ha avuto come moglie, mi sembra comunque che una scuola dovrebbe, anche nel nome, identificare la nostra storia culturale.
Semmai una scuola "De Andrè" poteva aggiungersi ad una "Dante Alighieri", non sostituirla, quasi a voler cancellare le nostre radici.
E fosse stato almeno bolognese !
Al limite avrei compreso maggiormente l'intitolazione della scuola a Giacomo Bulgarelli !
Spero che la decisione della giunta non sia la prona conseguenza  ai reiterati attacchi mondialisti contro il nostro Sommo Poeta, reo (?) di essere, a loro avviso, islamofobo, xenofobo e omofobo !



Entra ne

1 commento:

Josh ha detto...

Anche le motivazioni addotte da lorsignori alla scelta sono fumose, cioè che 'De Andrè sarebbe più vicino alla sensibilità attuale'... etc.

De Andrè a me piace, è un notevole cantautore. La 'biondina' è Dori Ghezzi... Ti dirò che tra i cantautori italiani De Andrè è uno che piaceva molto anche a destra, per esempio.
Non è, per intenderci, Guccini:-))

Però la scelta del nome della scuola in questo contesto è lo stesso una follia.
Una scuola che si chiamava già >Dante Alighieri, così doveva restare.

Il ruolo avuto da Dante nella defizione dei generi della letteratura italiana, nella fissazione del volgare illustre è unico nella storia della cultura.
E s'aggiunge anche il prezioso enciclopedismo dantesco della cultura dell'epoca, e di una poesia veramente alta. Cioè un unicum nella nostra storia della letteratura.
Vengono dopo, ma ancora centrali, Petrarca, Boccaccio, o mettiamo facendo salti ed esercizi di fantasia Leopardi e Manzoni, nelle differenti epoche e specificità.

Per quanto De Andrè sia stato bravo, non arriva ovviamente a Dante (e nemmeno agli altri), nemmeno per la cultura di oggi.

E poi...manco fosse un istituto di musica contemporanea eh...