Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

mercoledì, settembre 28, 2011

dacci oggi la nostra IRPEF ....


Ed ecco qualche piccolo aggiornamento bolognese: annunciato un nuovo aumento delle tasse.

Si pensa di ottenere Cinque milioni di euro
dalla tassa di soggiorno, di piu’ dall’aumento Irpef dallo 0,7% allo 0,8%.
Lo ha confermato in Consiglio comunale il sindaco Virginio Merola. “Se saremo costretti a mettere la tassa di soggiorno almeno e’ una tassa che ha uno scopo chiaro - osserva- nel caso di Bologna e’ uno scopo importante, la promozione turistica alla cultura e alla riqualificazione del nostro centro storico. Poi - puntualizza- sempre cinque milioni di euro sono”.

Pero’ “e’ chiara la finalita’, ci permette di non togliere fondi alla promozione turistica e agli investimenti in cultura. E vedremo anche come e quando - aggiunge poi il sindaco- dovremo rassegnarci insieme all’aumento dell’Irpef. Ma si fa fatica parlare di scelta, o c’e’ un’ipotesi di 20 milioni di tagli, reggibile, oppure non vedo molte alternative”. A Palazzo D’Accursio hanno calcolato che con l’aumento di un punto di addizionale Irpef entreranno in cassa 6,5 milioni di euro in piu’.

Mi domando io, magari da spendere "in cultura", ....maaaaa in che senso?

forse, cultura come _ cfr. post precedente_ nel caso della targa a Chet Baker,

o del concerto turcomanno in centro dell'altra settimana, omaggio alle ceramiche turche in occasione del Cersaie.

(Burhan Öçal & Trakya All Stars , percussionista turco in concerto in Piazza Maggiore, in collaborazione con Turkish Ceramic Promotion Group)


Al contempo, dopo le tanto decantate magnifiche sorti e progressive, dopo inenarrabili spese e disservizi, dopo proteste di cittadini e di commercianti, indagini della procura e infine sventramenti di intere strade,
è in atto una trattativa con il governo per..... rottamare definitivamente il Civis.

E tutto sommato anche il "People Mover" non pare passarsela molto meglio.


Josh





Entra ne

6 commenti:

Nessie ha detto...

Tassa di soggiorno? La Moratti si inventò l'Ecopass. Mai una volta che non si cada nell'amministrazione "creativa".
Ovviamente le attività culturali "bolognesi" proverranno dai "paesi emergenti".

Josh ha detto...

ma certo Nessie:-)
mettere la tassa di soggiorno a Bologna a me pare una follia.

Già esiste in alcune città d'arte; Bologna è indubbiamente una bella città, ha sue cose notevoli ed esclusive, spesso non conosciute,
ma non è nell'immaginario turistico come Venezia o Firenze.

Appioppare ai quei 2-3 sparuti turisti che vi capitano, mai espressamente ma solo di passaggio, anche la tassa di soggiorno è il colmo: andrebbe poi verificato da vicino come viene "mantenuta" la città nella sua storicità visti gli scempi stradali e architettonici del Civis, con rotaie, sventramenti, 2 torri a rischio, impianto di fili in vie storiche....
targhe a musicisti esteri, creazione continua di architettura da soviet e compagnia.

Josh ha detto...

Senza parlare dell'aumento IRPEF. Certo, sulla carta pare un aumento basso, ma come sempre dipende su che cifra-base è calcolata, id est sarà sempre un salasso (non l'unico, ma unito a salassi vari).

E' ovvio che mettere tasse per reggere la "cultura", implica automaticamente politically correctness, indi per cui la quale si finanzieranno i cori del Burundi con le nostre tasse aumentate.
Il tutto per far capire bene l'indirizzo delle politiche culturali, fatte o per altri, o sotto forma di panem et circenses per noi, ma in realtà per farci un bel lavaggio del cervello.

Come è noto, questa mia critica non riguarda ogni forma di arte estera, ma è inutile andare a cercare l'avanguardia etiopica se non conosciamo nemmeno i rudimenti dell'arte italiana che ci ha dato i natali.

E dall'UE si complimenteranno per il nostro tributo alla rivoluzione permanente, all'aperturismo & co.

Insomma un po' come al festival di Venezia: vuoi vincere con un tuo film? fai un film pro immigrazione selvaggia, sai già che piacerai alle lobbies che contano, quelle della globalizzazione e del deracinement. E' il caso di "terraferma".
Qui per ora ci accontentiamo dei bonghi, ma la tattica è la stessa.

Josh ha detto...

p.s. il concerto turco era promosso da un'associazione legata alle ceramiche turche, in occasione del Cersaie, fiera della ceramica.

mi domanmdo anche, con la crisi tremenda in cui versano le NOSTRE pmi (ce ne sono una marea tra Bologna, Modena e Reggio, e molte hanno chiuso)
se non fosse più lungimirante rilanciare IL NOSTRO POLO CERAMICO invece di lasciare tanto spazio all'esaltazione delle ceramiche estere.
Inutile allora poi venire a piangere miseria con gli operai a casa se si perseguono queste scelte politiche, economiche e culturali antinazionali e antilocali.

Massimo ha detto...

Ieri Il Resto del Carlino ci ha deliziato con due paginoni in cronaca sui futuri rastrellamenti ideati dalla giunta cattocomunista di Bologna in danno delle nostre tasche. Temo che quello che emerge sia solo la punta di un iceberg. Ma almeno ci aiutassero a vivere meglio ! No, sono incattiviti e pensano anche alla pedonalizzazione selvaggia del centro. E recuperare dai "portoghesi" in autobus ? Io vedo continuamente gente che sale e non timbra. Possibile che siano tutti abbonati ?

Josh ha detto...

vedrai quando, specularmente a Pisapia a Milano, faranno 1 moschea per quartiere, e il gaio registro provvisorio in attesa che ci si "allinei"....sarà un gran rastrellamento di soldi sol per questo...
e pensa quando apriranno le casse di Regione e Comune per scoprire che avevano investito in derivati, hedge funds, carta straccia.....