Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

domenica, giugno 05, 2011

Il Civis Oggi


Riporto rapidamente un articolo lucido e veritiero sulla gran fregatura del Civis, di Marco Guidi,
apparso sul Resto del Carlino:


Bologna, 31 maggio 2011 - "Toh, il Civis è diventato orfano. Adesso che anche i tecnici dicono quello che tutti ormai sapevano, cioè che il Civis è un brutto carrozzone, difficile da guidare e pure pericoloso, si scopre che nessuno, ma proprio nessuno ha mai parlato bene del mitico filobus su ruote. (...)

Quindi lasciamo perdere l’ex assessore Zamboni, cupo fautore di un mezzo che poco prima aveva contestato, lasciamo perdere l’ex assessore Merola (che credo sia diventato sindaco) che lo assecondava, lasciamo perdere l’ingegner Monzali, che oggi spiega tutti i suoi dubbi di un tempo, ma che a San Lazzaro, in assemblee pubbliche, difendeva, anche in modo duro, il Civis, lasciamo perdere funzionari statali e sindaci di paesi limitrofi che si batterono a favore del bestione e oggi dicono di non averlo mai fatto.

Lasciamo perdere tutto, ma una cosa non può essere ignorata e grida vendetta al cospetto di tutti i bolognesi. La cosa è questa: ieri due autorevoli personaggi pubblici, che per pudore chiameremo con i nomi di Comune e Provincia, hanno fatto una dichiarazione. Cosa hanno detto costoro? Semplicemente che, sì, il Civis è una chiavica ma che comunque i lavori fatti per poterlo far girare hanno giovato alla città. Davvero la faccia di bronzo non ha limiti, l’impudenza sale a livelli stratosferici. Se avessero affermato che lo stravolgimento di strade un tempo scorrevoli, come Irnerio e Marconi (solo per citarne due) hanno giovato alle cooperative di costruzione che hanno fatto i lavori, pazienza.

Ma sostenere che storpiare, rendere impercorribili, piazzando piazzole inutili, dannose e, speriamo, inservibili significa un bene per la città vuole dire due cose: o costoro (i signori Comune e Provincia) vivono altrove o ci prendono tutti per fessi. Vadano a raccontarlo agli automobilisti, ai taxisti che in teoria non potrebbero più fermarsi nemmeno per far scendere o caricare qualcuno in via Marconi, agli abitanti di San Lazzaro, a quelli di Mazzini che, comunque, i lavori fatti ci volevano. Lo spieghino a chi ha visto abbattere alberi, a chi ha subìto e subisce polveri, rumori e giri impossibili per tornare a casa, a chi vede in pericolo le proprie attività economiche. Lo facciano pure, però poi provino, almeno, un piccolo ma penetrante senso di vergogna"

Aggiungo da QUI la relazione tecnica che ha bocciato il progetto:

"Se la guida ottica (per muovere il mezzo nella giusta direzione) perde la traccia (cosa oltremodo facile in presenza di altre auto, moto, bici) è alto il rischio di investire i pedoni"

Che pena.


Josh

Entra ne

6 commenti:

Massimo ha detto...

Sono curioso di vedere Merola dove andrà a sbattere la testa ...

Nessie ha detto...

Ma cos'è, questo Civis? Un altro dei "nuovi mostri", in versione ambulante?

Josh ha detto...

Massimo, davvero non è chiaro cosa farà Merola.
Prima era sostenitore del Civis, poi no.

Ora dicono che vogliono salvarne i capitali stanziati, che sarà impossibile dal momento che il progetto è in pratica uno "stiracchia-pedoni" a causa delle guide ottiche ed è stato bocciato: è tutto sbagliato da subito.

S'è per quello è un'inutile sòla anche il mancato metrò e quella stupidata del "People Mover".

e provano pure a farci passare per "lavori fatti per la città" le orrende banchine per "l'attracco" del Civis che non si farà, la città sottosopra da anni, e gli orrendi paletti sospesi sopra le rotonde o infilzati dentro palazzi storici.
"tutta ricchezza per la città".

sticazzi.

sempre modi nuovi per buttare soldi dei contribuenti e di fatto non fare nulla per noi.

Il Civis è sempre di più stato una scusa per dare ulteriore lavoro a varie coopcostruttori di amici degli amici (o coop-demolitrici di strade che dir si voglia)

Josh ha detto...

Esatto, cara Nessie!
E' un mostro ambulante. Con gli sciagattatrefoli infilzati dentro i palazzi storici, e le banchine di sosta invasive, e che non tollera nulla sul suo percorso, nè omini nè cose, se no li tira tutti sotto e li macina:-))
Che c'è ma non c'è.

E' un autobus ma non è autobus,
è un filobus ma non è un filobus, è un "mezzo" ingombrante mosso a guida ottica, ma la guida ottica non lo rende guidabile nelle vie bolognesi, è una sòla già testata in paesi (non città) d'Europa e subito bocciato colà già da 15 anni almeno.

ma non pensare che ci si fermi qui: ci doveva essere il metrò, che poi è la suburbana, ovvero i trenini sconosciuti che c'erano già, e il "People Mover", altisonante nome anglosassone per il "movi-gggaente" per definire nu mezzo treno autobuss di cui non c'era alcuna necessità. ma bisognava far lavorare gli "amici".

Aggiungo che il Civis fa (farebbe/avrebbe fatto) in pratica un percorso che già molte linee di autobus facevano (tipo i vari 27, per dirne uno).

iiih ma ancora non mi sono dedicato ai canteri TAV (che sottoterra comunque vanno)
specie alla gestione degli stessi spazi esterni da parte del Comune, dalla zona Savena inguardabile da 20 anni al disastro della zona Matteotti, sacro Cuore, Carracci, che sono sprofondate di metri.

Massimo ha detto...

In più post ho denunciato lo sconcio di una bella e larga via come via Marconi, ridotta a strettoia da quelle oscene banchine. Per non parlare poi del posizionamento di quell'altro strumento da spionaggio stalinista che è Rita ...

Josh ha detto...

già, come ci si gira, lo scempio ti attende! Via Marconi è assurda così conciata.
Spionaggio Stalinista riferito a "Rita" ci sta benissimo!

Chissà che combinerà adesso quell'altro con la "pedonalizzazione" del centro: Rite a ogni porta? mah