Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

domenica, maggio 08, 2011

Una settimana al voto

Ridendo e scherzando, siamo arrivati all'ultima settimana di campagna elettorale.
Abbiamo visto che il candidato entrato sindaco in campagna elettorale (Merola) ne sta uscendo malconcio per una seria di gaffes e per una dichiarata debolezza psicologica (e forse quelle sono figlie di questa).
Manes Bernardini, candidato del Centro Destra (Lega e Pdl), la cui designazione ha avuto una gestazione molto sofferta, ha recuperato il tempo perso con la concretezza tipica dei manager navigati e la passione propria dei giovani: non ne ha sbagliata una.
Non ha sbagliato il programma, non ha sbagliato le uscite pubbliche, non ha sbagliato nell'evidenziare i problemi della città, non ha sbagliato nel rivendicare un passato vergine da compromessi o collusioni con chi ha condotto Bologna all'attuale decadenza, che lui si propone, con più ragione di chiunque altro, di fermare.
Diventa sempre più probabile quel che un mese fa appariva impensabile: costringere Merola ad un incertissimo ballottaggio.
Lo sanno talmente bene a sinistra che venerdì i più esagitati hanno cercato, con lo spirito democratico che è loro proprio, di impedire la libera manifestazione di pensiero del Ministro Maroni venuto a Bologna per sostenere Manes Bernardini e le ripetute aggressioni alle sedi ed ai banchetti organizzati dal Centro Destra.
E' opportuno sottolineare che questa violenza (che sfocia anche in danneggiamenti contro le proprietà altrui) che richiama quella degli anni settanta, è a senso unico e sono solo quelli di sinistra che vorrebbero impedire al Centro Destra l'espressione e la manifestazione delle proprie idee, mai viceversa, neppure da parte dai tanto criticati militanti di Forza Nuova che si dimostrano, invece, rispettosi del prossimo e delle proprietà altrui.
Degli altri candidati c'è poco da dire.
Esprimo simpatia politica per le due donne candidate: Anna Montella (La Destra di Storace) ed Elisabetta Avanzi (Forza Nuova) e simpatia umana per la conoscenza personale verso l'Avv. Angelo Maria Carcano.
Mi auguro che tutti e tre, dopo la loro onorevole battaglia di bandiera, decidano di sostenere esplictamente Manes Bernardini al ballottaggio e mi auguro che il Centro Destra accolga il loro apparentamento.
Uguale auspicio lo rivolgo verso Daniele Corticelli, candidato civico, con una onorevole battaglia contro il civis, purtroppo incomprensibilmente solipsistico nella volontà di proporsi come candidato invece di aderire alla candidatura del Centro Destra.
Rispetto, pur nella totale incompatibilità di idee, verso il candidato della estrema sinistra Terra (Michele, credo) e il grillino Massimo Bugani.
Da ultimo l'incomprensibile candidatura di Stefano Aldrovandi, per il terzo polo.
Aldrovandi non può rappresentare il nuovo (fu presidente Hera, è imprenditore di lungo corso e pare abbia vari rapporti aperti con il comune e, quindi, con il potere cittadino) e neppure giovane (66 anni).
Sembra quasi che la sua candidatura sia finalizzata solo a togliere voti a Manes Bernardini, esclusivamente per fare un dispetto a Berlusconi, come è nell'attitudine dei suoi sponsor Casini e Fini.
Mi auguro che al ballottaggio i suoi elettori, sicuramente ostili all'attuale gestione della città, amino Bologna e scelgano di votare Manes Bernardini.

Entra ne

1 commento:

marshall ha detto...

E nonostante la sponsorizzazione a Merola da parte di quel furbone Roberto Benigni, che ha lì a Bologna ha inaugurato la mostra per la sua "beatificazione" con quella cretinata sulla disoccupazione italiana.