Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

martedì, aprile 26, 2011

L'antifascismo non ripara le buche delle strade cittadine



Come ogni anno, il 25 aprile è stato occasione per i comunisti di rinfocolare la solita propaganda ideologica.
Non ha fatto eccezione il candidato del pci/pds/ds/pd che ha approfittato dell’occasione per sbraitare contro Manes Bernardini imputandogli la grave colpa di non cantare l’Inno di Mameli e proclamando quindi che il sindaco di Bologna deve essere al 100% antifascista.
Ora, se l’essere antifascista fosse connesso con la buona amministrazione, non ci sarebbe nessuno più antifascista di me, perchè a me interessa
che le strade siano senza buche,
che i servizi funzionino per i bolognesi,
che i graffitari siano presi e ridotti all’impotenza,
che la città sia pulita, ordinata, sicura,
che il traffico sia regolato per poter andare ovunque in città in tempi brevi, anche con i mezzi privati,
che gli immigrati siano accolti nel limite tollerabile che non stravolga il nostro tessuto sociale.
Se l’antifascismo mi garantisse tutto quello, viva l’antifascismo.
Purtroppo l’antifascismo non solo non basta, ma la percentuale di antifascismo è del tutto ininfluente sulle capacità amministrative come hanno abbondantemente dimostrato Cofferati e Delbono.
Allora ben venga Manes Bernardini, con il suo programma per Bologna, anche se non intona l’Inno di Mameli.

Entra ne

Nessun commento: