Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

lunedì, marzo 21, 2011

Un primo turno da primarie


Nel momento in cui scrivo non so ancora quale potrà essere la decisione del Pdl dopo l'affondo della Lega con Manes Bernardini, ma spero che decida di candidare un suo uomo perchè, a differenza di molti, ritengo che a Bologna la pluralità del Centro Destra al primo turno possa essere una ricchezza. Sin dalle elezioni del 2009, avevo auspicato di utilizzare il primo turno come perfetto momento per le primarie del Centro Destra. Il risultato sarebbe più aderente alla realtà di un qualsiasi sondaggio o di primarie fatte in casa, con regole, come minimo, strane, come il voto concesso ai sedicenni, agli immigrati o ai residenti fuori comune. Il presupposto perchè tale primo turno si trasformi in perfette primarie, è la condivisione da parte di tutti i candidati che il risultato che uscisse, porterebbe al secondo turno all’apparentamento e al sostegno, senza se e senza ma, al candidato primus inter pares. Naturalmente è necessario che si vada al ballottaggio, ma se con un primo turno in cui gli oppositori del regime coprono una vasta area per tutti i gusti, dovesse vincere il candidato comunista, allora non ci sarebbe neppure da riflettere sulle possibilità che avrebbe avuto una candidatura unitaria, per sua natura di compromesso e, quindi, con la perdita sicura dei voti da parte degli elettori più identitari. Se, quindi, il Pdl dovesse scegliere di candidare uno dei suoi uomini, avremmo una gara che vedrebbe nell’area del Centro Destra confrontarsi quattro “civici”, un esponente del Pdl e due candidati identitari come Manes Bernardini della Lega ed Elisabetta Avanzi di Forza Nuova. Una bella gara che spero veda, come concorrente del Pdl, Galeazzo Bignami a rappresentare la forte volontà di rinnovamento della città. Poi, allo spareggio del ballottaggio, tutti assieme per liberare Bologna dalla cappa di conformismo rappresentato dal pci/pds/ds/pd e del suo candidato. E ricordandoci che un Bernardini di spareggi non può che intendersene ... Entra ne

Nessun commento: