Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

domenica, febbraio 21, 2010

Un pessimo inizio per il Commissario a Bologna

Il pci/pds/ds/pd dopo aver provocato lo stallo di Bologna per sei anni e scelto due pessimi sindaci come Cofferati e Delbono, sembra ora preso dal ballo di San Vito per andare al voto al più presto, dimenticando che se non si potrà votare il 28 e 29 marzo è colpa delle ritardate dimissioni di Delbono (bastava presentarle una settimana prima) e delle titubanze, condite di richiami alla legge vigente, dello stesso Bersani a dimissioni ancora calde.
Poi, evidentemente, hanno pensato che il voto regionale potesse più facilmente trainare anche la pericolante Bologna o, forse – a pensare male si fa peccato ma spesso ci si azzecca … - temono che a forza di scavare emerga qualcosa in più di quei quattro soldi che Delbono è accusato di aver utilizzato per sedare i suoi terremoti ormonali.
Sta di fatto che dopo essersi ammantato del rigore della legge, adesso il pci/pds/ds/pd pretenderebbe dal Ministro Maroni un provvedimento che consentisse di votare a giugno.
A seguire Casini cerca di insinuarsi proponendo una via di mezzo tra giugno 2010 e la primavera del 2011.
Il corollario lo formano categorie come i commercianti , artigiani e costruttori, tutti a spingere per elezioni “subito”.
Naturalmente, anche in questo caso, “a pensare male si fa peccato …”.
E’ indubbio che un commissario non ha la stessa possibilità di un organismo elettivo e nel pieno dei suoi poteri, di articolare un progetto coerente, necessariamente a lungo termine, per lo sviluppo della città.
Ma dopo sei anni di nulla amministrativo, piuttosto che andare frettolosamente verso l’elezione di non si sa bene chi (la sinistra non ha ancora un candidato, il Centro Destra non riesce a trovare un personaggio qualificato e unificante) un commissario potrebbe non essere dannoso, al contrario, potrebbe ripulire molte delle incrostazioni clientelari che, inevitabilmente, un così lungo periodo di governo della città (con una sola breve parentesi con Guazzaloca) ha sicuramente creato intorno alle istituzioni locali.
Naturalmente il commissario deve avere adeguati poteri, come un Podestà tanto per riprendere quanto affermato dal senatore Berselli, e non limitarsi ad essere un burocrate.
Non so come si comporterà il Prefetto Cancellieri scelto dal Governo per il ruolo di commissario.
Temo però che sia stata scelta non per la sua mentalità del “fare”, bensì ricercando un consenso, come si dice oggi nel linguaggio politicamente corretto, bipartisan.
Sarebbe una autentica iattura per la città, perché il commissario ha una ragione d’essere solo se interviene, non se si limita a timbrare atti dovuti.
Certo è che richiamare in servizio una pensionata di 67 anni non mi sembra il viatico migliore per iniziare una esperienza commissariale che potrebbe dare molto a Bologna: basterebbe un commissario di poco più attivo e decisionista dei due sindaci che l’hanno preceduto.
Vedremo comunque il commissario presto all’opera, visto che i problemi della città sono ancora tutti sul tappeto: immigrazione, sicurezza, ordine pubblico, traffico, metropolitana, civis, buche nelle strade, inutili blocchi al giovedì … ma è purtroppo da registrare il pessimo inizio con l'adesione alla pagliacciata bipartisan organizzata dai sindaci di Milano e Torino (tra l'altro senza neppure aver partecipato all'incontro milanese !) e la scelta dell'ennesimo sopruso nei confronti dei cittadini con il blocco della circolazione per domenica 28 febbraio.


Entra ne

2 commenti:

Reineke ha detto...

Ecco, bravo Massimo, perché per protesta non attacchi un bel tubo allo scarico della tua macchina e ti respiri tutti i gas di scarico. Così, per dimostrare agli ecologisti radical chic che i gas di scarico non fanno per nulla male.

Massimo ha detto...

Certo, Reineke e con la pagliacciata del 28 tutti i problemi saranno risolti ... SVEGLIA !
Da quanti anni ce la menano con i blocchi del traffico e siamo sempre allo stesso punto ?
Quanto hai già speso per il "bollino blu", per la revisione della caldaia, per mettere " a norma" un impianto, per cambiare l'automobile anche quando non è necessario ?