Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

lunedì, giugno 01, 2009

Dopo il Bologna calcio portiamo in A anche la città

Il Bologna si è (miracolosamente) salvato dalla retrocessione e, ancora per il prossimo anno, sarà una squadra di serie A.
Fra cinque giorni i cittadini di Bologna avranno la possibilità di far risalire in serie A anche la città, che negli ultimi cinque anni è stata amministrata malissimo, tanto da farla sprofondare nelle serie inferiori.
Si sa che a Bologna esiste uno zoccolo duro di comunisti e loro caudatari che persino nel 1999 ottenne quasi il 50% dei voti.
Il bolognese è un conservatore per natura, che difficilmente cambia il suo voto.
Per decenni il pci ha avuto la maggioranza assoluta e la dc arrancava seconda tra i 12 e i 15 consiglieri (su 60).
La macchina del consenso del pci non ha mai smesso di funzionare e probabilmente anche se candidassero un cavallo (e potrei anche indicare qualche animale meno nobile …), avrebbe almeno il 50% dei voti, purchè ottenesse l’investitura ufficiale del “partito” (che andrebbe scritto – per come lo pronunciano – con la “p” maiuscola ma proprio non ci riesco).
Nonostante il quinquennio 1999-2004, qui il muro non è mai caduto, forse perché tra le cooperative rosse, le cellule del pci ora pd e quelle della cgil, il controllo sul territorio e nei luoghi di aggregazione è ferreo.
Basti vedere cosa hanno fatto alla libreria/bar/ristorante di Sala Borsa che ha avuto il benservito non appena si insediò il sostituto di Guazzaloca.
A Bologna, però, si è cominciato a vivere male.
Stupri, violenze, rapine, scippi e furti negli appartamenti sono drammaticamente aumentati in questi cinque anni.
Il traffico non è migliorato per nulla, anche e soprattutto perché il sindaco forestiero si è giocato (perdendoli) i finanziamenti già ottenuti dal suo predecessore per la metropolitana, volendo, con grande presunzione e supponenza, cambiare il percorso approvato e finanziato.
L’ostinazione con la quale si sta portando avanti il progetto del “civis” dimostra come la sinistra si sia affidata a personaggi che della città non capiscono e non sanno nulla.
Basti guardare lo sfregio che le piazzole spartitraffico hanno inferto ad una strada “polmone” come via Marconi.
I divieti formano l’unica ragione della presente amministrazione.
La repressione è tutta indirizzata nei confronti dei commercianti e degli automobilisti, mentre scorrazza allegramente per la città una strana fauna che con grande fatica possiamo definire umana e che è attratta da una sorta di impunità che le è garantita in questa città.
E’ stato detto che Bologna (e la sua provincia) è amministrata da chi non ha più nulla da dire né da dare al territorio ed alla popolazione.
E’ ora di cambiare, è ora di provare a riaccendere lo spirito di questa terra.
E’ ora di dare fiducia alla Destra in una delle sue espressioni:
per il comune
STEFANO MORSELLI per la lista civica che porta il suo nome
MASSIMILIANO MAZZANTI di Destra per Bologna/Fiamma Tricolore
GIULIO MARIA TAM di Forza Nuova
per la provincia
PIETRO PAOLO LENTINI
di Destra per Bologna/Fiamma Tricolore
GIANNI CORREGGIARI di Forza Nuova
per il quartiere
una sola lista di Destra: FORZA NUOVA.
Un voto costruttivo per ricordare alla prossima amministrazione – se sarà di Centro Destra – da dove viene e le promesse elettorali.
Un voto costruttivo per iniziare una vera opposizione proiettata a vincere nel 2014 se la sinistra riuscirà a conservare le amministrazioni locali.



Entra ne

Nessun commento: