Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

venerdì, giugno 05, 2009

Bologna sogna

Questa mattina presto passeggiavo per la mia città.
Avevo nelle orecchie le notizie del giornale radio in cui si riportava una frase di Berlusconi che criticava il fatto che il centro di Milano somigliasse ad una città africana, tanti erano gli immigrati.
Mi sono guardato intorno: anche Bologna, purtroppo.
Molte erano le facce di asiatici, africani, comunque estranei alla nostra città, alla sua cultura millenaria, alla sua storia, alla sua arte, alla sua tradizione, alla sua cucina.
Poi in ufficio una giovane collega mi parlava della scuola di sua figlia, dove alla maestra era stato proibito di insegnare le canzoni natalizie, perché venivano riservata all’ora di religione per non turbare chi non era cattolico.
Ed ho pensato al Crocefisso, simbolo, sempre più nascosto, della Civiltà Occidentale, prima ancora che di una religione.
Poi, nel pomeriggio, mi è capitato di passare ancora per via Marconi e provare nuovamente disgusto per quelle orrende piazzole spartitraffico che, per far passare il progetto Civis, hanno ristretto una arteria così bella e larga.
Il traffico, inoltre, imperversa, non avendo i cittadini di Bologna altra alternativa che i percorsi di superficie, visto che la metropolitana è stata persa per le modifiche apportate dal sindaco forestiero ad un percorso già approvato e finanziato.
E so che stasera, quando uscirò, dovrò necessariamente orbitare in periferia, perché il centro è chiuso alle macchine e, anche per questo, è infestato da frequentazioni poco piacevoli.
Allora penso che chi ha amministrato per 5 anni Bologna ha completamente fallito.
E penso che lo slogan più bello sia quello del candidato sindaco Stefano Morselli: RIACCENDIAMO BOLOGNA.
Perché Bologna sogna di tornare ad essere la città vivibile, ricca e gaudente che era una volta e questo potrà accadere solo con un radicale ribaltamento rispetto a chi la amministra.
La sinistra rappresenta la continuità con il sindaco forestiero, la Destra la rottura con il passato.
In mezzo i due candidati del Centro Destra, uno dei quali potrebbe arrivare al ballottaggio.
Ma non si farebbe alcun danno a votare per un candidato di Destra autentica, perché non dipende dagli elettori se il candidato di sinistra arriverà o meno al 50%.
Se vogliamo dunque che i nostri sogni di riaccendere Bologna si trasformino in realtà, dovremo votare al ballottaggio per il candidato alternativo alla sinistra ma al primo turno possiamo liberamente scegliere con il cuore:
al comune
STEFANO MORSELLI, della omonima lista civica di Destra
alla provincia
PIETRO PAOLO LENTINI
della lista “Destra per Bologna/Fiamma Tricolore
al quartiere
FORZA NUOVA.

Entra ne

8 commenti:

Josh ha detto...

Ciao Massimo...a me, per come sta andando localmente, sta prendendo male....

Massimo ha detto...

Caro Josh, io non mi illudo. Qui Berlusconi non c'è neppure venuto dopo i "casini" che hanno combinato i suoi uomini che non si sono mostrati all'altezza della situazione. Abbiamo i prossimi cinque anni per mandarli in pensione e creare una vera alternativa.

Josh ha detto...

Temo anche io. Sono passato dalla Piazza verso sera. Davanti a pal. D'Accursio c'erano i fan di Delbono, un centinaio di persone: età media 80-85 anni.
Lo puoi vedere anche da rete 7 quando si collega in diretta stasera. Bologna è una città composta in gran parte di anziani, la sinistra è soprattutto quella qui, gente che è fuori dai problemi e dalla realtà, nei termini in cui pensa a baffone del tempo che fu, le menate della Resistenza 70 anni dopo, prende puntuale la sua pensione e si beve le boiate che gli dicono alla casa del popolo, senza altro modo (nè interesse alcuno) di toccare con mano situazioni nazionali e internazionali, incurante magari dell'islam e di certi equilibri, avulse da tutto. Quel voto di abitudine dei 68enni-68ini 'contro' e degli 80enni abitudinari prima o poi finirà, a proposito di pensione.
Non so..intanto si può gioire perchè il pd qui ha perso comunque, e per le Europee (una vera svolta) e il risultato nazionale che non è male.

Massimo ha detto...

Un primo miracolo nella notte: il comune di Bologna andrà al ballottaggio. Non che siano due candidati particolarmente entusiasmanti, ma sempre meglio che niente.

Josh ha detto...

Sì ho visto poi! ma chi se lo aspettava! Avrai notato che il "grande amministratore" delbono ha iniziato a calare brutalmente quando sono arrivati a scrutinare il S. Stefano:)) ma pare che pure al saragozza e fino al savena le balle se bevono sempre in meno persone. Non tutti lavorano alla coop, all'unipol, al monte dei paschi, o sono sindacalisti: a tutti gli altri il pd non conviene.

C'è anche il mistero di 200 schede nulle, 3000 discutibili, e 2000 con altre 'particolarità', ci si vedrà chiaro. Anche a Modena lo stesso enigma di un bel pacchetto di schede. vedremo.

Massimo ha detto...

Avrei molto da dire sul Centro Destra bolognese, ma in queste due settimane non sarà il momento. Se ne dovrà riparlare dopo il 21 giugno. Intanto ... non so dove abiti tu, ma io sono contento di risiedere al Santo Stefano ... ;-)

Josh ha detto...

Anche io abito lì, Colli del S. Stefano. (il 16 insomma).
Sul CentroDestra bolognese? ssshhh
:))

Massimo ha detto...

... e magari ci conosciamo pure ... :-)