Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

mercoledì, maggio 06, 2009

Lottatori nel fango elettorale

Dopo le querele reciproche, ecco arrivare altro fango nella competizione elettorale: notizie, visure, condanne passate e stato di salute presente.
Quando pensavamo di avere visto abbastanza e che, magari, anche i protagonisti negativi di queste vicende fossero rinsaviti in un soprassalto di responsabilità nei confronti della propria parte politica e dei propri elettori, ecco che, come annuncia l’occhiello del Carlino di oggi riprodotto nell'immagine, assistiamo ad una nuova puntata di questa lotta.
Lotta per cosa ?
Se va bene per chi arriverà secondo, forse al ballottaggio.
E mentre i due litiganti ed le loro corti se le danno di santa ragione, il terzo, il candidato della sinistra, gode.
Il grande vantaggio che hanno Cazzola e Guazzaloca è che gli elettori del Centro Destra – la “loro” base – sono poco informati sulle alternative e si fermano al disgusto nei confronti di chi interpreta la lotta politica come quello “sport” in voga negli Stati Uniti, per palati facili, che è la lotta nel fango.
Così tra accenni alla salute dei candidati e veline di antiche visure al casellario giudiziale, si schifano anche gli elettori di bocca più buona.
Guazzaloca e Cazzola meriterebbero di essere abbandonati da tutti i loro elettori.
E poiché sono elettori di Centro Destra, cioè alternativi e contrari alla prosecuzione di questa disastrosa esperienza amministrativa imperniata sul pci/pds/ds/pd, che si sappia che ci sono scelte possibili, diverse da quei due.
Abbiamo Michele Laganà, civico.
Abbiamo la candidatura naif di Beppe Maniglia.
Abbiamo una completa panoramica della Destra, da quella di Forza Nuova che candida il sacerdote tradizionalista Don Giulio Maria Tam, alla Fiamma Tricolore che, con il supporto di Casa Pound, presenta Massimiliano Mazzanti, già valente ed attivo consigliere comunale dell’Msi e di An.
Per finire alla candidatura di Stefano Morselli, ex deputato e senatore missino, di An e La Destra, che corre in solitaria, forte del suo radicamento in città e della coerenza manifestata sin dai banchi del Galvani.
Rifiutare il voto a Cazzola e Guazzaloca, senza favorire la sinistra, non solo si può, ma a questo punto appare anche un dovere civico.

Entra ne

Nessun commento: