Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

domenica, maggio 10, 2009

Bologna: 25 liste e 14 aspiranti sindaco

Alle 12 di ieri si sono chiusi i termini per la presentazione delle liste e dei candidati a sindaco.
Sono ben 25 le liste depositate e in 14 pensano a se stessi come potenziale sindaco di Bologna.
Forse qualche lista e qualche candidato sarà “depennato” dalla commissione di accertamento sulla regolarità di firme e documentazioni, ma è così semplice presentarsi che mi verrebbe da dire che la nostra scheda riporterà tutti quei simboli e nomi.
Il quotidiano della nostra città, Il Resto del Carlino, ha pubblicato le liste.
Spero che faccia altrettanto per i candidati alla provincia e nei quartieri.
Ho letto nomi conosciuti.
Alcuni sono anche degli amici, altri degli antichi compagni di scuola, altri nomi ancora sono, per me, un tuffo nel passato della mia attività politica.
A volte è difficile scegliere, perché oltre alle valutazioni di carattere ideale e di schieramento, ci sono motivazioni di carattere personale che inducono a considerare un candidato nonostante la scelta di lista che ha fatto.
La Destra bolognese si è divisa in tre e manca, clamorosamente, il partito di Storace, a riprova che nel Nord ha poco seguito se non è neppure riuscito a presentarsi per il consiglio comunale di Bologna.
Tre liste e tre candidati, dunque, tra i quali scegliere diventa difficile per le ragioni esposte e anche per considerazioni su chi possa avere le maggiori opportunità da dare una voce alla Destra nel prossimo consiglio di Bologna.
Sì, perché tutte e tre le liste di Destra presenti (Forza Nuova, Lista per Morselli, Destra per Bologna/Fiamma Tricolore) le considero “mie” e, se potessi, le voterei tutte e tre.
In un certo senso così farò, visto che alle europee sono orientato a votare Forza Nuova, alla provincia Pietro Paolo Lentini (Fiamma Tricolore) e al comune Stefano Morselli.
Non, dunque, una scelta di campo continuando ad auspicare che tutta la Destra possa ritrovarsi sotto una unica bandiera, un unico simbolo, un unico leader.
Vedo peraltro anche persone che stimo nelle liste di Cazzola e Guazzaloca, del pdl, della Lega e di Michele Laganà.
Mentre provo una istintiva simpatia per la candidatura naif (e soprattutto il programma) di Beppe Maniglia.
Domani conosceremo liste e candidati ammessi ed inizierà la campagna elettorale.
Le polemiche e il fango dei giorni passati non saranno facili da superare.
Ma se gli elettori sapranno scegliere, potremo “riaccendere Bologna”.

Entra ne

Nessun commento: