Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

mercoledì, maggio 14, 2008

Saldi di fine mandato a Bologna

La giunta cattocomunista di Bologna capeggiata dal sindaco forestiero ha ancora un anno di vita e cerca di evitare la fine dei propri simili romani sollevando il tipico polverone di fine mandato.
E' il "facite ammuina" al ragù.
I cittadini di Bologna si svegliano ogni giorno con qualche novità, alcune mutuate dal manuale del bravo amministratore (qualche cerotto di asfalto là dove le strade erano state lasciate a 4 anni di totale incuria), altre per cercare di affermare l'identità ecoambientalista della giunta.
A questo proposito oggi ho visto le nuove strisce bianche (dirò dopo dove) che dividono il cammino pedonale da quello per le biciclette.
Sicuramente la giunta cattocomunista propaganderà che ha aumentato le piste ciclabili di un tot di chilometri.
E sicuramente qualcuno abboccherà.
Ma vediamo che razza di "piste sono".
Intanto sul ponte della Mascarella che, come ben sanno i ciclisti bolognesi, è uno dei più "tosti" (per la pendenza) e richiede uno spazio di "ondeggiamento" che varia a seconda delle capacità padalatorie del singolo.
Chiunque, poi, penserebbe ad una bella pista ricavata dalla superficie e protetta, dove si agevola anche la pedalata già difficile per la pendenza.
Non è così.
La "pista ciclabile" è stata ricavata dividendo a metà il marciapiede esistente.
Non solo, ma la parte dedicata alle biclette è quella esterna (verso la carreggiata stradale) alquanto sconnessa e pendente, con il rischio che una maggiore "sbandata", magari per uno scarto dovuto alla presenza a fianco di un pedone, possa far cadere il ciclista sulla strada.
Ma andiamo avanti.
Saldi di fine mandato.
Ecco che la giunta cattocomunista non rinuncia alla sua politica tradizionale di disturbo nei confronti dei cittadini.
Invece di cercare di rivitalizzare le zone più a rischio, crea i presupposti per aumentare l'insicurezza.
Così si decide una nuova pedonalizzazione, nella zona universitaria di Via Zamboni.
A questo punto diventa una "zona franca" soprattutto di notte e mi domando quali cittadini oseranno avventurarsi a piedi con il rischio di incontri ben più che spiacevoli.
Giunta bocciata, bocciatissima anche in queste prime mosse da ultima spiaggia.
Cercasi candidato sindaco urgentemente.
E' richiesta
residenza stabile a Bologna dalla nascita
.

Entra ne

2 commenti:

MGP Bologna ha detto...

Che ne dite di Manes Bernardini? L'esponente leghista. È abbastanza Bolognese?

Massimo ha detto...

Perchè non Stefano Morselli, già senatore per La Destra ? :-D