Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

lunedì, maggio 05, 2008

Adesso tutti vogliono pattugliare Bologna

Bologna è una citta poco sicura.
La percezione di insicurezza che hanno i cittadini va ben oltre quel che dicono le aride statistiche sugli scippi, i furti in appartamento, le truffe ai danni di anziani e le rapine in banca e uffici postali.
Le stesse strade cittadine sono viste come una giungla, dove, soprattutto in certe ore serali e notturne, per avventurarsi bisgnerebbe avere una scorza da Indiana Jones.
Nei mesi scorsi alto è stato l'allarme nei confronti delle molestie verso ragazze e giovani donne.
E pensare che Bologna era famosa per i "biassanot", letteralmente i "mangiatori della notte", cioè quanti vivevano la Bologna notturan, le sue osterie, i suoi prati e i suoi angoli meno frequentati, il tutto in piena sicurezza.
Così la Lega, che ha fatto della sicurezza uno dei suoi (vincenti) cavalli di battaglia, ha organizzato delle Ronde cittadine.
Naturalmente l'iniziativa non è piaciuta ai parrucconi della sinistra che, non potendo negare la realtà disastrosa in cui il sindaco forestiero ha ridotto Bologna, ha pensato di favorire un diverso tipo di ronde ed ecco apparire (naturalmente "apartitici" ...) i "City Angels" che dovrebbero, con "dolcezza", essere i tutori delle notti (e del giorno nelle vie meno sicure) dei passanti e delle donzelle che si avventurano solinghe nella giungla della città.
Tanto di cappello a chi sottrae ore di sonno e del proprio tempo per un servizio comunque utile.
Mi domando come però reagirebbero nel caso in cui incontrassero dei malintenzionati che intendono "divertirsi" con un paio di ragazze.
Offrono un fiore ?
Un caffè ?
Raccontano una barzelletta ?
E se quei malintenzionati fossero una banda di extracomunitari arrapati "a digiuno" da qualche tempo ?
Una volta c'era più sicurezza.
Una volta c'erano anche le Pattuglie Cittadine, una storica istituzione di Bologna.
Anche qui si trattava di volontari che dedicavano il loro tempo libero a pattugliare la città, rendendola più sicura e facendo sentire tutti più sicuri.
Anche se, credo, formalmente esistono ancora, non hanno più alcun ruolo.
Vicende passate e recenti sono state prese a pretesto per disarmarli prima e metterli all'angolo poi.
Eppure la storia ci insegna che alla violenza bisogna rispondere con la Forza che deve e può avvalersi di ogni strumento possibile per far cessare la violenza contro i cittadini onesti.
Anche con l'uso delle armi.

Entra ne

1 commento:

Carmine Crocco ha detto...

Per fortuna a Napoli ci pensa la camorra a gestire l'ordine pubblico e ad assicurare che gli extracomunitari si comportano bene. Bisogna ammettere che le ronde della camorra funzionano benissimo, altro che polizia!