Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

martedì, aprile 29, 2008

Anche la sinistra boccia la moschea

A pensare male si fa peccato.
La sconfitta di Rutelli a Roma, manifestamente causata da una dissonanza con il sentimento popolare riguardo agli ultimi tre lustri di amministrazione capitolina, è stata sicuramente presa come un campanello di allarme per la granitica formazione comunista di Bologna.
Per una volta, invece di perdere tempo in analisi e autocritiche, a sinistra hanno agito e, a nemmeno 24 ore dalla sconfitta romana, hanno annunciato che la mega moschea di Bologna non si farà.
Naturalmente hanno motivato la marcia indietro con la mancata costituzione di una fondazione e con l’equivoco rapporto con l’Ucoii.
Scuse.
Anche se non verrà mai detto, la marcia indietro della giunta è dovuta esclusivamente alla paura che il tema moschea, unito a quello più generale della sicurezza di cui, però, la moschea fa parte, possa portare nel 2009 ad un nuovo 1999, cioè alla traumatica perdita di Palazzo d’Accursio.
E’ anche vero che l’opposizione è divisa in almeno tre tronconi (il “partito moderato, di centro e liberale”, i civici con l’Udc, la Destra) per cui, al momento, non sembra che abbia un candidato con possibilità di vittoria, ma in un anno, se il degrado cittadino continuerà, potrebbe vincere la corsa alla poltrona di sindaco, anche un ronzino.
Allora c’è da aspettarsi che questa decisione di bocciare la moschea sia prodoromica ad una accentuata attenzione sulla sicurezza, anche con provvedimenti di carattere repressivo.
I cittadini e la città ne guadagneranno di sicuro, purchè non sia un fuoco di paglia destinato a spegnersi in breve, passato il momento della paura immediata.
Nel frattempo c’è da augurarsi che la Destra sappia mettere a frutto quel 2,5% ottenuto alle elezioni, mettendo in campo iniziative finalizzate ad una autonoma e caratterizzante presenza alle prossime elezioni comunali, per non lasciare alla Lega il monopolio dei temi “di destra” in questa città.

Entra ne

Nessun commento: