Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

martedì, dicembre 04, 2007

E' bastato uno sciopero dei bus e ...

… la politica da talebani dell’ecoambientalismo della giunta rossa di Bologna è stata ridicolizzata.
Il quotidiano della città, Il Resto del Carlino , con un articolo odierno , documenta il pesante calo delle “polveri sottili”, cioè la scusa della giunta cattocomunisti per vessare i cittadini bolognesi imponendo draconiani limiti al traffico.
Venerdì 30 novembre, infatti, gli autobus sono rimasti fermi dalle 8,30 alle 16,30 per uno sciopero dei dipendenti atc.
Come risultato, a fronte di una media a 107 microgrammi per metro cubo d’aria, il risultato ha emesso la sentenza: 55 microgrammi.
Risultato ottenuto in una giornata in cui, in relazione allo sciopero dei mezzi pubblici, la giunta aveva, magnanimamente, concesso una deroga e permesso la circolazione anche ai veicoli pre euro.
Allora vale la pena di ripeterlo e metterla giù in modo chiaro:
in una giornata in cui la circolazione privata – a causa dello sciopero dei bus – era maggiore, in cui circolavano anche gli “untori” (secondo la giunta) cioè i veicoli pre euro, le polveri sottili hanno registrato il minimo di sforamento.
Da questo è facile dedurre che:
- non sono i veicoli privati ad inquinare (se di inquinamento si può parlare) la città
- le vessazioni cui sono sottoposti i cittadini bolognesi sono pertanto del tutto gratuite
- la politica presunta ecoambientalista della giunta cattocomunisti è solo un pretesto per imporre sempre maggiori divieti e aumentare i costi per i cittadini.

Infatti per quale motivo dobbiamo lasciare le nostre vetture in garage, anche solo al giovedì, quando paghiamo revisioni e controlli dei gas di scarico (il famoso bollino blu) ?
Ma, soprattutto, in base a quale criterio la giunta rossa amministra Bologna, se in un giorno in cui il traffico privato era al massimo e senza limitazioni, l’inquinamento cala ?
Una giunta che ha perso i finanziamenti per la metropolitana – unico polmone per il nostro traffico – e che ora viene ridicolizzata nel suo fondamentalismo ecoambientalista da un semplice sciopero di 8 ore, è una giunta che non solo non è in grado di bene amministrare, ma neppure di gestire l’ordinaria pratica di una città come Bologna.
Dopo la sicurezza (cioè l’assurda volontà della giunta di regalare una enclave islamica ai musulmani) il traffico è il principale problema che penalizza la vita dei bolognesi.
E’ ora di ribellarsi e di sollecitare i partiti dell’opposizione ad intraprendere iniziative anche clamorose che compattino la cittadinanza contro le vessazioni della giunta del sindaco forestiero.

Entra ne

1 commento:

Old Whig ha detto...

Fanno pena, ma c'è chi in cabina elettorale vota comunque e sempre comunista. Al di là di ogni dato di fatto.