Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

domenica, febbraio 04, 2007

Pattuglie Cittadine:una risorsa per la città

Le Pattuglie Cittadine sono una tradizione nobile e utile per Bologna.
Autorizzate ufficialmente nel 1820, i loro esordi risalgono però al 1813, per contrastare una criminalità contro la quale le forze pontifice non erano in grado di contrapporre una efficace azione repressiva a tutela della cittadinanza.
Nel tempo le Pattuglie Cittadine si sono contraddistinte per aver affiancato la Polizia a tutela dell'ordine pubblico e nei pattugliamenti delle vie della città, garantendo i sonni tranquilli dei bolognesi.
Purtroppo, però, anche le Pattuglie Cittadine sono incappate nel sinistrismo acuto che le ha prima volute disarmare e quindi umiliare in semplici attività di sorveglianza senza poter effettivamente intervenire.
Il tutto in base ad una "convenzione" che è la morte di ogni ogni valida iniziativa, perchè inquadra e limita quello che potrebbe essere un servizio a difesa della città e dei cittadini.
E in questi giorni, a maggior ragione, possiamo dirlo leggendo sulla stampa locale le accuse che vengono lanciate contro alcuni pattuglianti per aver affiancato la Polizia nel garantire l'ordine pubblico durante manifestazioni pacifinte e no global, nel corso delle quali l'ordine è stato mantenuto evitando eventi come quelli di Genova al G8 o di Catania venerdì scorso.
Naturalmente l'estrema sinistra attacca e chiede di annullare le convenzione, in pratica chiede la messa al bando di una Istituzione della Città, dimostrando con tale atteggiamento non solo ignoranza delle nostre Tradizioni, ma anche una intollerabile indifferenza verso la sicurezza dei cittadini.
Non solo le Pattuglie Cittadine non vanno limitate nlle loro attuali funzioni, ma sarebbe necessario consentire loro di tornare a svolgere quei compiti che hanno egregiamente svolto fino agli anni settanta/ottanta.
I dati della criminalità a Bologna sono impressionanti (li abbiamo ben elencati alcuni giorni fa) ed è interesse di tutti i cittadini (quelli onesti, naturalmente ...) che si adottino tutte le misure che possano garantire più sicurezza.
In Veneto stanno in questi giorni dando vita proprio a iniziative di ronde volontarie proprio per ridurre la microcriminalità.
Perchè a Bologna non si deve sfruttare la presenza di una storica Istituzione come le Pattuglie Cittadine ?
E se le Pattuglie Cittadine, con qualche scappellotto, riuscissero ad evitare di avere nuovi Giuliani o nuovi tifosi come quelli di Catania, sarebbe proprio così un male ?

Entra ne