Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

mercoledì, gennaio 10, 2007

Ricomincia la saga dell'inutile


Da domani giovedì 11 gennaio e fino a giovedì 29 marzo, ricomincia a Bologna l’inutile avanspettacolo messo in piedi dalla giunta cattocomunista del sindaco forestiero nella sua battaglia contro le polveri sottili ma, soprattutto, per creare disagi ai cittadini e rendere lo la vita più dura (che, evidentemente, è lo scopo costante della sinistra, che amministri le città o lo stato).
Per il secondo anno consecutivo la “guerra di Sergio” si celebrerà una volta alla settimana con il blocco totale della circolazione auto.
Totale … non esageriamo.
Gli autobus circolano, i taxi pure, i mezzi commerciali (consegna merce) e ancora i mezzi sanitari, quelli militari, quelli della polizia e dei vigili urbani.
Più una non ben identificata quantità di “autorizzati” per motivi vari e gli euro 4 e 5 (2 per le moto) nonché qualsiasi mezzo purchè vi siano almeno tre persone a bordo.
Se si aggiunge che il giovedì è la giornata in cui al pomeriggio i negozi osservano il turno di chiusura settimanale, vediamo come il provvedimento sia non solo totalmente inutile, ma anche sadicamente indirizzato a un gruppo di persone per delimitato: quelle che, costrette a girare per ragioni di ufficio e per spostarsi da casa a ufficio, non possono vantare motivazioni di agevolazione.
Come già abbiamo ripetutamente segnalato lo scorso anno l’inutilità di questo tipo di provvedimento è pari ai disagi che crea.
Ma è il classico del “facite ammuina” di borbonica memoria, quando il business del fondamentalismo ecoambientalista reclama le sue vittime sacrificali (gli automobilisti) in un rito che è solo catartico ma senza alcun effetto pratico.
Sì, perché se volessero veramente contrastare le polveri sottili (di cui ci accorgiamo solo perché, anno dopo anno, i sistemi di controllo sono sempre più perfezionati e rilevano quel che prima c’era ma non si vedeva) dovrebbe prima di tutto far spegnere il riscaldamento, poi impedire la circolazione dei veri mezzi inquinanti (autobus, mezzi dello stato) e non di auto soggette annualmente a controlli con tanto di tassa per la verifica degli scarichi (a cosa serve allora?).
E dovrebbero liberare la circolazione dai divieti di accesso e quindi dall’imbottigliamento sui viali.
E, soprattutto, dovrebbero realizzare una metropolitana che, proprio per colpa degli attuali amministratori, non ha visto posata neppure la prima pietra.
Si inizi, così, il gran ballo del blocco della circolazione, per dare un contentino a chi della catastrofe “imminente” ha fatto una professione (probabilmente ben remunerativa) e aumentare i disagi di cittadini amministrati sempre peggio.

Entra ne

1 commento:

Bobo ha detto...

comunque, mi chiedo una cosa: perchè la destra non mette in campo già ora un candidato? perchè, siamo sinceri, la sinistra ora è in difficoltà sia a livello nazionale che locale, ma conserva una forza tale che ci vogliono tutti questi 2 anni e tot mesi che ci separano dalle elezioni, per organizzare qualcosa in grado di farle davvero male. Insomma, la sinistra è egemone, ma la destra mi sembra che sprechi parecchie ghiotte occasioni...