Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

giovedì, novembre 30, 2006

Bologna: Hotel Savoia Regency 30 novembre 2007















Entra ne


video
video

sabato, novembre 11, 2006

Lo zoccolo duro


Il Resto del Carlino nella sua Cronaca di Bologna ha pubblicato nei giorni scorsi un sondaggio commissionato all’istituto Piepoli sul grado di consenso, a metà mandato, per la giunta del sindacao forestiero.
Non stupisce la bocciatura che arriva dal 56% degli intervistati, quello che stupisce è che ci sia tuttora uno zoccolo duro del 41% che esprime consenso e formula un parere positivo sull’operato del sindacalista cremonese.
Stupisce perché anche all’osservatore più sprovveduto, al cittadino più disattento alle questioni di Bologna, la nostra città appare sempre più alla deriva.
Le stesse statistiche di “vivibilità” che vedevano Bologna tra le prime cinque città d’Italia (oscillando anche, a seconda degli argomenti e degli istituti al primo posto) ora indicano un crollo verticale: tra il 15° e il 20° posto.
Il tutto in soli 30 mesi di mala amministrazione, cattiva, perché assolutamente immobile.
Abbiamo perso i finanziamenti per la metropolitana che avrebbe risolto buona parte del traffico e dell’inquinamento.
In compenso da gennaio torneranno ad imporre il divieto di circolazione al giovedì.
La piccola criminalità ha rialzato la testa e non è infrequente leggere di scippi e rapine, mentre anche la criminalità che ha preso di mira banche e uffici postali ha trovato accoglienza in Bologna.
In compenso la città ospita (e finanzia) manifestazioni no global e omosessuali come se fossero la soluzione di tutti i problemi amministrativi.
Le strade somigliano a quelle portoghesi di 20 anni fa: una gruviera.
Una città non è un sindacato, non è il ministero degli esteri e neppure il ministero dell’istruzione o della cultura.
L’amministrazione di una città deve pensare al benessere materiale dei cittadini.
Deve pensare a rendere accessibile la città stessa, coni mezzi più comodi per il cittadino.
Deve pensare a rendere praticabili le strade e i marciapiedi, tenendo puliti i tombini per far defluire l’acqua piovana senza che si formino piccoli torrenti ad ogni acquazzone.
Deve pensare a rendere veloce il traffico, non ad imporre divieti.
Deve pensare a rendere sicure le strade cittadine, di giorno e di notte, contrastando i danneggiamenti, i furti e gli scippi evitando di dare ospitalità o di attrarre in città con iniziative che solleticano le perversioni di tali soggetti una fauna umana, che di umano ha ben poco e che vive border line.
La Bologna del sindaco forestiero viola tutti i principi di una sana amministrazione.
Come possono esserci ancora cittadini che ne parlano bene al 41% ?

Entra ne