Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

lunedì, ottobre 09, 2006

11 ottobre: tutti in piazza !


Alle 19,30 di mercoledì 11 ottobre, organizzata dalle Associazioni Commercianti di Bologna, si svolgerà una manifestazione di piazza per protestare contro le vessazioni che la giunta del sindaco forestiero ha riproposto anche quest’anno, accentuate da ulteriori provvedimenti contrari al commercio al dettaglio, contrari a quella Bologna “bottegaia che è la ricchezza della città anche se chi a questa città è estraneo non lo sa e non lo potrà mai capire.
Chi scrive non ci sarà, purtroppo, fisicamente, per impegni congressuali fuori Bologna, ma ne condivide completamente lo spirito.
E’ una manifestazione “per Bologna”, per la città, senza simboli di partito.
E’ una manifestazione per chiedere di tornare ad essere “una città aperta, accogliente, pulita, vivibile e sicura, cosa che da un paio d’anni non è più.
E’ una manifestazione che vede assieme le due principali associazioni dei commercianti, di opposte “radici” politiche (sì, anche la sinistra Confesercenti la promuove!).
E’ una manifestazione che, pur partendo da specifici temi (orari, dehors, traffico) che incidono pesantemente sui commercianti, amplia il suo oggetto alla presente crisi di una città come Bologna che, con le rapine a banche e poste in aumento esponenziale da due anni e con i sempre più frequenti episodi di violenza sulle donne, vede snaturarsi la sua più intima essenza di città commerciale, quindi naturalmente propensa ad aprirsi, ad accogliere, a tutelare.
Una città che amministrata, per incauta scelta della maggioranza dei suoi stessi cittadini, da chi non aveva mai avuto esperienze amministrative e, soprattutto, mai era vissuto a Bologna, subisce una pesante aggressione al suo tessuto sociale che ne aveva fatto nel remoto passato il “fiore all’occhiello” delle amministrazioni comuniste e nel recente passato, con la Giunta Guazzaloca, un modello di sana amministrazione scevra da ideologismi, ma orientata unicamente al bene dei cittadini.
L’11 ottobre si manifesterà perché Bologna torni ad essere Bologna.

Entra ne

Nessun commento: