Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

lunedì, luglio 24, 2006

Bologna ridotta a gruviera


La qualità di una amministrazione cittadina, si misura anche dalla capacità di rendere vivibile la città, oltre che a fornire servizi efficienti, utilizzando i fondi messi a disposizione, magari senza vederli volatilizzare com’è accaduto alla giunta cattocomunista con i soldi già destinati alla nostra metropolitana e che, per l’insipienza ideologica del sindaco forestiero, sono finiti a Parma e a Rimini.
Si può vedere anche da come considera i propri amministrati: cittadini cui fornire spazi gestiti con criteri di economicità da soggetti privati, o sudditi cui rifilare sempre e comunque i prodotti delle cooperative rosse.
Si può vedere come organizza i lavori necessari e come controlla la loro esecuzione.
In questi giorni Bologna è ridotta ad un cantiere.
Tutto l’anello dei viali è soggetto a lavori con inevitabili imbottigliamenti di traffico.
L’idea sarebbe quella di fare i lavori in periodo di vacanze, quando il traffico è minore.
Una idea che sarebbe plausibile ma ferma a 20 anni fa.
Adesso il traffico c’è sempre e l’alternativa ai lavori così come sono organizzati (?) è quella di svolgerli a compartimenti, aprendo, per l’occasione, al traffico ordinario anche quelle strade che normalmente sono off limits.
Ma da questo orecchio l’amministrazione non ci sente: ideologicamente il centro deve restare chiuso.
E che dire dei lavori di asfaltatura delle strade ?
Avevamo finalmente una giunta (Guazzaloca) che aveva capito che, per fare un lavoro “come si devebisognava prima togliere il precedente manto di asfalto.
Adesso hanno ricominciato a buttare nuovo asfalto sul precedente manto, così che i tombini delle fognature si trasformano in pericolosissime buche non solo per ciclisti e motociclisti, ma anche per gli stessi automobilisti che, oltre a danneggiare le loro sospensioni, se finiscono inavvertitamente in una di quelle buche rischiano di sbandare con conseguenze imprevedibili.
Per non parlare poi del fatto che un tombino ad un livello più basso della superficie stradale raccoglie e trattiene ogni genere di rifiuti (carte, foglie, piccoli rami) e si intasa più facilmente, diventando inutile durante i temporali e così trasformando le strade (soprattutto di collina) in piccoli torrenti.
E’ proprio un piacere avere una giunta comandata da un sindaco forestiero e la cui esperienza è centrata nell’arringare le masse criticando quel che facevano gli altri.
Sì, proprio una scelta intelligente, complimenti a chi ha votato un sindaco estraneo alla città e con quel tipo di "esperienza" amministrativa.

Entra ne

8 commenti:

MM ha detto...

Questa sera( 24 luglio ) Cofferati sarà ai giardini Margherita a rispondere alle domande di Mazzuca, direttore del Carlino.
Potrebbe essere l'occasione per rivolgere delle domande al sindaco.

Monsoreau ha detto...

Uno che ha passato la sua vita ad arringare le folle ha sempre una risposta per ogni domanda.
L'ora delel chiacchiere però è terminata.
Finora non è riuscito a fare nulla.
Non i interessa come si giustifica, quali promesse farà.
A me interessa che le strade siano asfaltate bene.
Mi interessa che la Sala Borsa non sia regalata alle coop.
Mi interessa che le nostre piazze non siano deturpate dalle infrastrutture per i circenses estivi.
A proposito. Piangono sempre miseria, però i soldi per pagare nani e ballerine li trovano sempre. Non sarebbe meglio utilizzarli per la viabilità e per l'assistenza ?

Anonimo ha detto...

No, secondo il Super-Sindaco, i denari vanno elargiti dall'alto al popolo secondo i dettami "panem et circenses", poi, se il panem, bene o male, i sudditi
ce l'hanno già passiamo pure alle varie Syusy Blady & consorte, Vito, etc. fino alla perla della corazzata Potemkin...
Naturalmente, il citato programma sarà solo e rigorosamente "a gratis" per la gioia della plebe tutta.
Meg

Monsoreau ha detto...

Come volevasi dimostrare.
Oggi sul Carlino Mazzucca ha titolato il colloquio con il sindaco forestiero mutuando il titolo e ritornello di una canzone di Mina: PAROLE, PAROLE, PAROLE. ;-)

Anonimo ha detto...

Guarda che a Milano, della Morattissima e dell´Albertini, é uguale.

Monsoreau ha detto...

Milano è un po' più complessa, vasta e con più abitanti ... ma forse è un depistaggio del Sismi ed è Bologna la città più complicata da amministrare (per chi non lo sa fare)... :-D

Anonimo ha detto...

Non menare il can per l'aia mons. Il discorso che TU hai aperto era: non ha senso aprire i cantieri in estate perchè tanto la città non si svuota e Cofferati è un imbecille se si ostina a farlo.
La risposta è stata: a Milano fanno lo stesso, per cui non è tanto Cofferati che sbaglia, ma che si usa cosi in tutte le città.
E tu la butti in generale. Che cuol dire che Milano è più complessa. Si stava parlando di cantieri estivi? Dove diavolo sta la complessità. Li fanno a Bologna come a Milano, e i bolognesi come i milanesi restano comunque in città.
Punto.
Come al solito ha dato fiato alla tastiera senza avere un granchè da dire. Ti è stato fatto notare e la buttl sul benaltrismo.

Monsoreau ha detto...

C'è chi dà fiato alla tastiera e chi al vuoto che in testa.
Il post era un più articolato, ma dubito che a certi individui si possa chiedere di leggere e comprendere.
Si parla anche di apertura del centro e credo sia un fatto inoppugnabile che Milano sia un po' più grandicella di una Bologna.
Gran brutta bestia il fideismo ideologico !