Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

martedì, dicembre 20, 2005

Bologna in caduta libera

Sono stati sufficienti 18 mesi di giunta di sinistra con un sindaco sindacalista cremonese, per far precipitare Bologna dal primo al settimo posto tra le città più sicure.

Ed a nulla serve la tardiva scoperta della “legalità” da parte del sindaco cremonese di Bologna, per cercare di far migliorare la situazione, giacchè il sindacalista sindaco ha accantonato la questione, rimandandola a gennaio, manifestando, con ogni evidenza, il suo disinteresse per l’argomento e la sostanziale strumentalizzazione dello stesso, non avendone certamente assimilato l’essenza, lui che ha fatto carriera con le manifestazioni di piazza e gli scioperi politici.

Del resto l’elezione del sindaco sindacalista ha reso Bologna una “città aperta”, dove hanno trovato ricettacolo elementi che vivono – prevalentemente per scelta autonoma e consapevole – di piccoli espedienti e ai margini della società produttiva, che rifiutano ma da cui pretendono di essere mantenuti.

E mentre Bologna veniva invasa da questo piccolo esercito di elettori del nuovo sindaco, tutto il resto si fermava.

Si è fermato il progetto della metropolitana, non vengono riparate le buche nelle strade, si sono ridotti i servizi e nel frattempo il sindaco con la sua giunta imbottita di forestieri parla … parla … parla.

E mentre Bologna è in caduta libera – come peraltro tante altre città amministrate dalla sinistra – il compagno sindaco si libera con una scrollatina di spalle delle critiche, tanto a lui cosa importa se Bologna retrocede (non solo calcisticamente) ed è male amministrata ?

A lui interessa, è sempre interessata, solo e soltanto una vetrina per le sue ambizioni nella politica nazionale.

Lo sapevamo, lo avevamo detto in campagna elettorale.

Ma quelli per cui i coccodrilli “svulazen” lo hanno votato ugualmente, facendo prevalere l’ideologia sulla concretezza e sul bene della città.

E adesso ci ritroviamo precipitati dal primo al settimo posto per la sicurezza in città.

Buon Natale, Bologna !