Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

domenica, ottobre 23, 2005

Un vulnus per la cultura bolognese

Il Ginnasio Liceo Classico Luigi Galvani di Bologna è stato ieri occupato dagli studenti.

Il Galvani è il più importante istituto superiore di Bologna e tra i più celebri in Italia.

Vi hanno studiato e/o insegnato personaggi come Carducci, Padre Marella, Pasolini, il presidente della Camera Casini e ... il sottoscritto.

Quando si chiede a qualcuno che scuola abbia frequentato, i più rispondono "il liceo scientifico", "l'istituto per geometri".

Chi ha fatto il Galvani risponde: "il Galvani". Non c'è bisogno di precisare altro.

Ho frequentato il Galvani dall'ottobre 1970 alla maturità del luglio 1975.

Anni bui.
Anni violenti.

Ma mai, nessuna occupazione.
Neppure nel 1977.

Picchetti sì, ma che si sfondavano con buona volontà, qualche spintone e la collaborazione di altri studenti che rifiutavano le imposizioni dei collettivi di sinistra.

La leggenda narra di una brevissima (poche ore) occupazione nel 1969.

Io che ho frequentato dall'anno successivo, ricordo testimonianze dirette che parlavano di esterni venuti ad occupare, con pochi studenti del Galvani a far loro da corona.

Una occupazione finita nel ridicolo con una precipotosa fuga all'arrivo della Polizia chiamata dal Preside (con la "P" maiuscola).

Leggo, invece (e spero non sia vero) che l'attuale preside ha "trattato" con gli studenti l'uso dei locali, per la messa in sicurezza delle opere d'arte, perchè non entrassero estranei, perchè non venissero introdotte bevande alcooliche o altre sostanze.

Trattare ?!?

L'unica trattaviva consentita con chi usa la violenza è dare un ultimatum: o liberate i locali per chi vuole studiare, oppure entro un ora verrete fatti sgombrare manu militari.

Gli studenti reclamano contro la Riforma Moratti.

Non credo la conoscano.
Ripetono solo le parole d'ordine dei cattivi maestri che stanno rialzando la testa.

E' un po' come per la Riforma della Giustizia: si protesta, perchè adesso si dovrà lavorare/studiare di più.

Ma per tornare al Galvani.

L'occupazione, anche per le modalità "trattate", getta un ombra di tristezza sul mondo culturale di Bologna.

La scuola pubblica diventa sempre meno educativa.

Anche su questo ci sarà da riflettere, soprattutto in relazione alla destinazione dei finanziamenti pubblici.

1 commento:

Lo PseudoSauro ha detto...

Ma no, che la scuola pubblica e' "educativa". Dipende da cio' che si intende per questo termine. Cosa dicevo? Il '68 e' finito dappertutto tranne che da noi. L' "imagination au povoir" sta tutta a posto a Bruxelles. Come sstupirsi dei risultati? Sara' dura.